huffington post

Facciamo che per una bizzarra combinazione, un giorno come tanti, vieni contattata da una che ti accusa di essere l’amante del marito.

Lei tradita, maltrattata e sfruttata.
Facciamo che sulla tua bacheca, quella di Facebook, di colpo sei diventata la Puttana di Scafati.
Tu che non hai un uomo  e non lo hai avuto neppure quando avresti potuto.

Anche se ti ritrovi troia e la sorte si burla di te, ti spiace per lei.

Allora, la contatti in privato e le spieghi che lei è un proiettile senza la traiettoria giusta.
Perché tu… E sì… tu… non hai sparato a caso. Hai mirato e poi centrato. Hai sofferto perché non c’era bisogno di capire che avevi ragione.
E le spieghi tanta roba. Tanta.
Sbattere contro il muro di bugie che viene costruito davanti ai nostri occhi, e scoprire che viviamo con degli sconosciuti è il vero dramma di molti di noi: uomini e donne, che vivono, fianco a fianco, e non si conoscono affatto.

Ora, però, stiamo nell’altro lato di una storia che se non ci fa ridere, deve farci almeno sorridere.
Esorcizziamo il male, e tutto ciò che prima era dolore, torni utile a qualcuno che brancola nel buio per dipanarsi da una situazione analoga!
Per questo, senza nessuna presunzione, ho pensato di lasciare qualche dritta a donne come la mia “accusatrice”.
Prima, però, ricordate una cosa. Siamo tutte cornute. Nessuna esclusa! Anche quelle che non lo sanno. Anche quelli che non lo sanno.

Quindi, mai sparlare delle corna altrui!

Se vostro marito vi tradisce e ha un’amante sola, allora si può essere fuori “tipologia seriale”. Qua non c’è né dolo né colpa.

È la vita che certe volte fa strani incontri. Stiamo sotto il cielo e può capitare a tutti .
Diverso è il caso del serial scopamico.

È il classico uomo che ha tante e tante amiche, ma ha anche un equilibrio instabile. Da questo dovete stare lontano. Tutte. Mogli e amanti. Stare con lui significa mettere in punizione la bambina cattiva che è in voi e darsi in pasto a un cancro che ci mangia da dentro.

Allora fermatevi e capite che conti avete da regolare con voi stesse.
La prima regola per sapere se un marito tradisce in maniera seriale è di entrare nell’ottica che da lui non lo saprete mai . La verità arriverà prima o poi con le sue ex. Ve lo assicuro. Le donne faranno in modo che qualcosa giunga a voi! Cogliete ogni virgola, ogni cenno strano e mettete assieme i pezzi.

Le seconda è prepararsi ad ascoltare il peggio: il minimo che dovete aspettarvi è che vada in giro a dire che siete pazza. Molti sottovalutano una moglie con un QI superiore alla media e si trovano con le mani nel sacco.
Questo genere di uomini non lascia mai la moglie perché ha bisogno di una domestica. Infatti, se riuscite a buttarlo fuori di casa, andrà a vivere da sua madre o si troverà qualcuna più stupida di voi.
Il traditore seriale cercherà sempre di convincervi del contrario di quello che sentite o vedete: se lo trovate in un letto con una, lui vi dirà che state sognando, che non è come pensate e che è sempre e solo colpa vostra.
Di fronte all’evidenza, questo “articolo” maschile sbobinerà il vostro cervello.
Troppe donne fanno il Segugio del proprio marito e fanno buchi nell’acqua, non seguendo, invece, se stesse.
Non vi serve avere le prove per forza. Noi donne abbiamo un sesto senso formidabile, perché l’uomo, nemmeno il più geniale,  compie il delitto perfetto.

Alla fine c’è sempre qualcosa che gli sfuggirà di mano.
Anche quello che si sacrifica venendo a letto con voi ogni tanto!
Sì… perché se ha altre, vi dirà che ha problemi di prostata, che è stanco… A meno che non sia un parente di “Rocco”.
È capace di consultare un Urologo e una schiera di specialisti, di amici: tutta una serie di alibi che supportino le sue palle gigantesche.
Non crediate che scoprire la verità possa farvi bene. Può far morire una parte di voi.

Provate a supporre come vi sentireste di fronte a prove inconfutabili, dove vi ritrovate la moglie di un erotomane o la donna di un uomo che paga per fare “l’amore”. Chiedetevi se davvero volete sapere.

Chiedetevi se è la vostra vita che volete cambiare o lui.
Quarta regola, non dite mai: «Mio marito non ha la faccia … non ne sarebbe capace!»
Se smette di portarsi il telefono con sé perché voi avete avuto una discussione sulle sue abitudini ma si ficca ancora in bagno per ore, di certo nella tasca del jeans si infila l’altro cellulare. Ha anche un altro numero e fa il porco lo stesso. Esistono tanti modi per essere “detective fai da te”, a poco costo trovi cimici e si possono installare programmi spia sul cellulare.
Io vi consiglio di non farlo, perché ascoltare vostro marito che ansima è lacerante e umiliante.

Se siete arrivate ad adottare certe strategie, vuol dire che siete già alla frutta.
Sostenete la vostra autostima, nel bene o nel male, dicendovi che “la vita è un imprevisto” e che tutto è possibile. Anche un uomo che di giorno va in ufficio e di sera fa la Drag Queen. Preparatevi a quello che può essere un cambiamento radicale della vostra esistenza. Pensatevi flessibile come una canna che si lavora per un cesto. Solo così siete pronte al mutamento.

Gli amici sono i principali compagni di merenda, anche se il traditore seriale sta attento a non lasciare tracce.
Se scoprite qualcosa, non ditelo alle mogli perché non serve avvelenare altra gente. Mettete in conto che nessuno vi aiuterà, se vostro marito ha agganci potenti. Se volete lasciarlo, trovatevi un lavoro sicuro. La giustizia, per una donna, fa ben poco, se non ha soldi per pagarsela.
Lo dico per tutte quelle che vogliono liberarsi del loro aguzzino. Se vi picchia è necessario,  perché è una scelta tra la vita e la morte, e allora dovete subito essere lucide per il vostro bambino e cercare un lavoro per vivere, perché lui continuerà a darvi il tormento.
Non entrate nell’ottica della pedagogia.

Certi uomini non cambiano, soprattutto se vi ha picchiate.
Montessori e gli altri avevano torto. Non è vero che tutte le creature possono cambiare! Non serve pensare che vostro figlio ha bisogno di un padre. Ha bisogno di due cose. Amore e buoni esempi. E poi occorre saper dimenticare per crescerlo sereno .
Non è sano avere come termine di paragone un uomo che picchia la madre.
State attente al manipolatore affettivo.
Non siate le donne che hanno contribuito a creare un altro mostro.

Voi che eravate una persona bellissima, siate la donna che lui non si aspetta.
Siate qualcosa di diverso dalla corruzione che avete avuto in casa.
Amatevi gettando lontano da voi il fango e sotterrate il suo ricordo, dandovi ad una nuova vita .

Amarvi sarà porre attenzione ad una goccia di rugiada al mattino, a una carezza fatta ad uno sconosciuto che vi sorride e vi dà quello che non avete mai avuto. Attenzione al fatto che esistono uomini diversi e gli uomini che sanno amare non fanno piangere una donna per motivi futili: sanno essere leali, costruttivi e riconoscono il vostro valore anche se possono far soffrire,  perché, alle volte, è la vita che va in un certo modo.
Alle volte, va che due persone si fanno male, ma non è colpa di nessuno.

Tenete a mente che in giro c‘è qualcuno come voi che vi aspetta, e se vi lasciate prendere dal pessimismo perché non l’avete trovato, ricordate che una buona solitudine è meglio di una pessima vita a due.

Rosanna Santoro

Photo Credit: Huffington post