IMG_8512

Oggi, i nostri consigli letterari comprendono tre romanzi molto interessanti e di indubbio pregio. Abbiamo voluto spaziare dal classico allo storico, dagli autori stranieri agli italiani.

 

CHARLOTTE – LA STORIA DELLA PICCOLA BRONTE

15554756_10210244579064093_1761929567_nSINOSSI: Sono trascorsi pochi anni dalla fine della guerra nella quale Charlotte Stevens ha perso suo padre. Adesso vive con la madre e l’anziana nonna in un paesino nell’entroterra del Suffolk, in Inghilterra, ma nulla sembra soddisfare il suo animo irrequieto, nessuna vera aspirazione è in grado di farle sognare il domani. I suoi giorni di sedicenne si trascinano monotoni fino a quando, in un tedioso pomeriggio, s’imbatte in un libro, un romanzo destinato a cambiarle la vita per sempre: Cime tempestose di Emily Bronte. L’incontro travolgente con le pagine dell’autrice vissuta un secolo prima accende in lei il desiderio smanioso di emozionarsi ancora e ancora, semplicemente leggendo. Sulle tracce di chi ha scritto la romantica a tetra storia di Heathcliff e Catherine, Charlotte conosce una donna che nel suo elegante salotto custodisce tesori preziosi, i grandi classici della letteratura. Qui fa la “conoscenza” di Charlotte Bronte quando la signora Chloe le affida una copia di Jane Eyre. È l’inizio di un grande amore letterario, di un viaggio senza ritorno, di pomeriggi d’incontri e di letture accompagnate da fumanti tazze di tè che pian piano dissipano le nubi all’orizzonte e portano la ragazza a scoprire la propria vocazione: la scrittura. Ma mentre la donna e la ragazza vivono immerse nella dolce fantasia letteraria, la vita ha già scritto per loro la sua trama.

Per scoprire il sapore dei vecchi Classici in un romanzo diverso. L’amore per la lettura, per la letteratura e per le Bronte sarà il catalizzatore per una storia al profumo di tè, echi del passato e passione per la scrittura. Una penna delicata e garbata quella di Antonella Iuliano.


LA SIGNORA DEI FIUMI

untitledSINOSSI: Francia, 1430. Jacquetta di Lussemburgo è una dei discendenti dei duchi di Borgogna, la cui stirpe si dice abbia ereditato il dono della preveggenza dalla mitica capostipite Melusina, divinità del fiume, in grado di leggere il futuro nello scorrere delle acque. Jacquetta è poco più di una bambina quando viene data in sposa al duca di Bedford che, convinto dei suoi poteri divinatori, la introduce al misterioso mondo dell’alchimia. Ma il destino ha in serbo altro per lei: quando, all’età di diciannove anni, la duchessa si ritrova prematuramente vedova, sfidando qualunque convenzione si unisce in seconde nozze al ciambellano del marito, Richard Woodville, un giovane di belle speranze e di umili origini al quale già da tempo la legava un amore segreto e proibito. Grazie all’ambizione di lui e al proprio fascino e carisma, in breve tempo Jacquetta conquista un posto di primo piano alla corte dei Lancaster. Ma sono anni turbolenti e sanguinosi: Jacquetta sente che la famiglia rivale, gli York capeggiati dal temibile duca Riccardo, si fa sempre più pericolosa e minaccia di distruggere l’intero regno. Jacquetta combatte per il suo re, per la sua regina e per sua figlia, Elisabetta Woodville, per la quale prevede un destino straordinario e inatteso: un capovolgimento di fortuna, il trono d’Inghilterra e la bianca rosa di York.

Per scoprire una pagina di Storia da assaporare. Una chiave paranormale inserita in un contesto storico indimenticabile. La storia di Jacquetta di Lusseburgo, madre della futura Regina di Inghilterra Elizabeth Woodville. Donna forte, combattiva e tenace. Un romanzo al femminile che non lascia indifferenti.


NATALE IN SILVER STREET

9788806179427_0_0_332_80

 

 

SINOSSI: Tornano, in questa raccolta di racconti inediti, i personaggi che sono stati protagonisti de “Il petalo cremisi e il bianco” (2003, Einaudi): da William Rackham, l’erede dell’industria profumiera, alla piccola Sophie, ma soprattutto Sugar, la giovane prostituta, la più ricercata. Storie brevi che raccontano il prima e il dopo del “Petalo cremisi”.

 

 

 

Per conoscere la penna di Faber, un’esperienza da non perdere. Una raccolta di racconti, tra cui uno spinoff realtivo a Il petalo cremisi e il bianco indimenticabile capolavoro dell’autore.
Una scrittura possente, decisa, che coinvolge e sorprende. Temi forti e personaggi inconsueti in questo piccolo cimelio.